Ambulanza privata Lecce: prenotala con Assistiamo Te

Assistiamo Te è la società italiana leader nel settore dei trasporti sanitari. Tramite la loro intuitiva e semplice piattaforma online potrete richiedere numerosi interventi o, più semplicemente, dei preventivi. Potrete inoltre utilizzare la loro piattaforma anche ed eventualmente per portare a termine la prenotazione dei servizi desiderati.

Assistiamo Te, richiedi la tua ambulanza privata a Lecce e provincia

Assistiamo Te opera praticamente su tutto il settore nazionale, dalle grandi città fino alle province più tranquille del Sud Italia. Tramite la loro piattaforma online potrete prenotare la vostra ambulanza privata a Lecce per emergenze o eventi sportivi.

Potrete contare sui servizi e la flotta di Assistiamo Te anche per trasporti a media e lunga percorrenza. Con tale definizione ci riferiamo ai trasporti che, potenzialmente, iniziano da Lecce e provincia e terminato in altre province o regioni d’Italia.

Le ambulanze di Assistiamo Te sono dotate di ogni comfort possibile. Al loro interno troverete spazio a sufficienza, impianto climatizzato, strumenti moderni ed avanzati e materassi ultra comfortevoli. La flotta dipenderà dalle condizioni di salute del paziente e dall’urgenza del trasporto. A seconda delle vostre esigenze e di quelle del paziente, l’ambulanza arriverà con autisti, medici o infermieri specializzati.

Per richiedere la vostra ambulanza privata a Lecce e provincia vi basterà chiamare il numero di telefono +39 080 403 8868 e mettervi in contatto con la centrale operativa. Il numero è attivo 24 ore su 24. In alternativa, potrete utilizzare il portale web di Assistiamo Te, sempre comodo ed efficiente.

Assistiamo Te: ecco tutti i servizi proposti

Assistiamo Te può essere utilizzato per richiedere un’ambulanza privata a Lecce e nel resto d’Italia, tuttavia, i servizi proposti sono molto più numerosi. Tramite il loro sito web, infatti, potrete richiedere un medico a domicilio o, in alternativa, un infermiere specializzato in prelievi o altri trattamenti. Lo staff di Assistiamo Te vanta anche numerosi fisioterapisti in giro per l’Italia. Anche in questo caso si può richiedere un intervento a domicilio.

Assistiamo Te aiuta anche coloro che sono alle prese con organizzazione di eventi sportivi. Non solo potrete prenotare un’ambulanza privata per l’evento ma potrete affidarvi a loro anche per la gestione dell’intera manifestazione, con riferimento alla copertura sanitaria ovviamente.

In aggiunta, è possibile richiedere un preventivo per taxi sanitari, ideali per tragitti a lunga percorrenza anche al di fuori dei confini nazionali o per il trasporto di disabili 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Per concludere, infermieri, OSS, specialisti, medici e autisti che collaborano o lavorano per Assistiamo Te vengono periodicamente aggiornati e le loro conoscenze ed abilità testate di continuo in modo da ottenere una qualità del servizio ed una professionalità di prima fascia.

Il viaggio continuo di Roberto Lorenzani

Per gli appassionati delle avventure estreme sentire il nome di Roberto Lorenzani è come per un teenager sentire quello della sua star preferita. Un uomo che ha fatto dell’avventura la sua vita, oltre 30 anni vissuti intensamente tra esplorazioni, outdoor e spedizioni estreme. Intervallati dalla scrittura di diversi libri sull’argomento e dalla preparazione fisica e mentale a centinaia di persone. Anche dello spettacolo.

Roberto Lorenzani infatti è l’uomo che dietro le quinte del noto reality L’Isola dei Famosi si è occupato di preparare alle fatiche fisiche a cui andavano incontro, i Vip che hanno partecipato alle edizioni dal 2003 al 2011. Una curiosità: il vip più predisposto alle sfide estreme, come ha confessato Lorenzani, è stato Adriano Pappalardo, mentre sul fronte opposto, seppur senza sbilanciarsi troppo, si è fatto sfuggire i nomi del noto attore Kabir Bedi, del cantante Al Bano e a sorpresa dell’ex tronista Daniele Interrante, che “nonostante il fisico palestrato non si sarebbe comportato proprio da macho…” 

Roberto Lorenzani: alcune competizioni

Come detto Roberto Lorenzani in oltre 30 anni di carriera ha compiuto talmente tante imprese che non basterebbe un libro per raccontarle tutte. Egli è anche l’uomo che si nasconde dietro la realizzazione di grandi eventi ai quali ha contribuito in maniera decisiva. Qualche esempio? La Camel Trophy, nota competizione estrema a bordo di fuoristrada in cui l’equipaggio, per i 20 anni dell’evento, dal 1980 al 2000, si è cimentato in prove di resistenza fisica e mentale nei posti più impossibili e inaccessibili in giro per il mondo.

Una vera leggenda, in cui Lorenzani mette piede la prima volta nella Tanzania-Burundi ’91, entrando nello staff come Responsabile delle prove fisiche per lo Speciale Italia in Portogallo. E poi ancora l’anno successivo è Responsabile delle prove fisiche per le Selezioni Nazionali Italiane alla Camel Trophy Guyana’92, e negli anni seguenti sarà il Responsabile delle prove fisiche per Sabah-Malaysia ’93Argentina-Paraguay-Chile’94, Marshal all’Evento Finale Camel Trophy Mundo Maya ’95. Ancora, presente nello staff Internazionale del Camel Trophy Finale Kalimantan ’96 in Borneo, Finale in Mongolia ’97, Finale Tierra del Fuego ’98 in Cile-Argentina, dove sarà l’unico italiano presente. E infine Roberto Lorenzani è all’ultima edizione della Camel Trophy nella Finale Tonga-Samoa 2000. Non poteva mancare un libro, scritto nel 1995 sulla sua avventura, dal titolo Camel Trophy. Come partecipare al raid-avventura più entusiasmante del mondo.

In tutti questi anni si è occupato, come ha riferito lui stesso, di organizzare le selezioni a livello internazionale e partecipare ai sopralluoghi per cercare gli itinerari più adatti. Inoltre, essendo una gara “estrema”, ove non ci fossero imprevisti naturali, ci pensava Lorenzani a crearne.

Ha inoltre partecipato come primo italiano al Raid Gauloises in Patagonia, che definisce come “la gara più massacrante del mondo senza mezzi motoristici” nel 1995 e alle Land Rover G4 Challenge, Land Rover Trek, e gli Invictus Games per diversi anni.

Il mental coaching

Roberto Lorenzani è anche un ex giocatore di rugby, e pratica diversi sport come alpinismo, subacquea, sci, torrentismo, tiro con l’arco e running. Tutti sport tranquilli, come ovvio che sia. Inoltre la sua esperienza è al servizio di chi ha bisogno di migliorare le proprie prestazioni fisiche per qualunque motivo. È infatti Certified Mental Coach Sportivo e Business e in Italia ha aperto diversi Centri di Avventura & Outdoor, nei quali si realizzano tra le altre cose corsi di sopravvivenza, cartografia, orientamento e GPS.

Il girotondo dell’amicizia: molto di più che un libro per bambini

Nella vita e nell’educazione di un bambino, la lettura, il confronto con temi variegati e, ovviamente, il rapporto con i suoi coetanei svolgono un ruolo di primaria importanza. Per questo motivo oggi vi presentiamo Giampaolo Santoro ed il suo primo libro per bambini intitolato “Il girotondo dell’amicizia”. Con il Natale che si avvicina, potrebbe essere un regalo gradito e, soprattutto, educativo per i vostri bambini.

“Il girotondo dell’amicizia”: temi e spunti

Il girotondo dell’amicizia è una lettura piacevole e semplice, particolarmente adatta a bambini di età compresa tra 8 e 12 anni. Nel corso della storia vengono affrontati numerosi temi estremamente attuali in maniera semplice e piacevole. Questo libro per bambini tratta tematiche tipiche della loro età, introducendo e trattando argomenti molto complessi come, per esempio, la multiculturalità ed il bullismo.

I protagonisti sono ovviamente tre bambini e le loro vicende scolastiche e sociali. Si tratta di personaggi con cui i bambini si possono facilmente identificare, vista la quotidianità delle situazioni e dei temi trattati. Questo libro permette di introdurre i bambini a temi molto seri ed attuali in maniera semplice e spiritosa. Le vicende narrate sono per lo più realistiche, tuttavia il finale è reso ancora più interessante e piacevole da un tocco fantasy, definito dall’autore “Realismo magico per bambini”.  L’obiettivo di Giampaolo Santoro è sicuramente quello di coinvolgere il lettore all’interno della storia, avvicinandolo pian piano a tematiche che, oggi più che mai, i bambini si ritrovano quasi costretti ad affrontare.

La trama

I protagonisti delle vicende narrate ne “Il girotondo dell’amicizia” sono tre amici e compagni di classe: Michael, Andrea ed Elio. Ognuno di loro presenta diverse caratteristiche psicologiche e diverse origini. Essendo molto diversi tra loro, è facile che ogni bambino riesca ad immedesimarsi in almeno uno di loro tre. Nel corso della storia, che si sviluppa prevalentemente all’interno della cerchia dei loro compagni di classe, i tre bambini legano fortemente con due bambine: Stella, esperta di karate, e Kimiko, l’ultima arrivata nella classe.

Nel corso delle vicende narrate, i 5 bambini trascorrono molto tempo assieme, dedicandosi prevalentemente allo studio e stringendo un’amicizia leale e sincera. Durante una giornata qualsiasi, mentre si trovano nel cortile della scuola, hanno un incontro ravvicinato con il bullo della scuola, un ragazzo un anno più grande di loro. Il battibecco si risolve, in un primo momento, grazie all’intervento del direttore scolastico ma, proprio in questa occasione, i bambini iniziano a notare che la loro amicizia sta diventando così forte da essere sovrannaturale.

“Il girotondo dell’amicizia”: dove acquistare l’ebook o la versione cartacea

Il libro per bambini, scritto da Giampaolo Santoro e pubblicato indipendentemente, è acquistabile sia in versione cartacea che ebook da tutti gli store online, inclusi Amazon e youcanprint. In alternativa, potrete ordinarlo in tutte le librerie.

Se siete alla ricerca di un regalo piacevole, divertente ed educativo per i vostri figli o nipoti, “Il girotondo dell’amicizia” è esattamente ciò di cui avete bisogno.

Melania Anna Duca: dalla Filosofia alla Psicologia

Melania Anna Duca nasce in un piccolo paese nel Salento, Acquarica del Capo, in provincia di Lecce. A soli 16 anni, nel 2006, pubblica Il peso del vuoto della vita. il primo di una lunga serie di libri e articoli scientifici in varie lingue, considerato la perfetta antitesi de L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera.

Iscritta alla Facoltà di Filosofia di Lecce scriverà, nei cinque anni di studio, altri 5 libri, tutti incentrati su Nicola Andria, medico e filosofo tarantino vissuto nell’Ottocento. Un personaggio in cui si imbatte casualmente ma che la incuriosisce e la spinge a studiarne i contenuti e gli scritti.

In seguito, nel 2015, pubblica Cadaveri in tribunale. La medicina legale in Italia (1865-1913).

Gli studi e la carriera

Melania Anna Duca consegue due lauree in ambito filosofico e un dottorato di ricerca in Storia della Medicina Legale. Ma i titoli di studio, le specializzazioni e le competenze acquisite sul campo formano una lunga lista, tanto che si ha paura di dimenticarne qualcuno.

Ricercatrice in Logica e Filosofia della Scienza, Direttrice del Centro di Ricerche STO.RIO.S.S., primo centro di ricerca italiano che punta all’interdisciplinarità delle scienze umane applicate alle conoscenze scientifiche, presso la Facoltà di Psicologia dell’Università privata e-Campus.

Inoltre, Melania Anna Duca è membro della Società Italiana di Logica e Filosofia delle Scienze (SILFS), della Società Italiana di Storia della Medicina (SISM), dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria e della International Society for the History of Medicine (ISHM).

Il suo percorso formativo si sposta al di fuori dei confini nostrani dove si dedica alla psicologia; consegue infatti alcuni Diplomi abilitanti nelle discipline psicologiche e un Master in Psichiatria clinica presso l’Università del Sud del Galles.

Nel 2017 apre, nel Regno Unito, la sua prima azienda ovvero la MC International Events & Training, grazie anche alla Federazione Italiana Turismo Equestre.

Nel 2020 nell’Irlanda del Nord fonda la scuola International Bio-Psychoanalysis Institute o IBPI.

La Biopsicanalisi

Melania Anna Duca è considerata la pioniera della Biopsicanalisi, nuova modalità terapeutica che integra fisica, scienze della mente e psicoterapia.

Specializzata soprattutto in disturbi borderline di se stessa dice: “Il mio approccio è sia conservativo nei confronti dell’identità di una persona che integrativo in relazione alle modalità che scelgo per il trattamento. Credo che ognuno di noi sia unico e diverso, quindi la terapia deve essere adattata alle esigenze specifiche di ogni nuovo cliente che cerca aiuto”.

Perché proprio i disturbi borderline? In una intervista a Voglioviverecosì la dottoressa spiega: “In UK sono stati fatti diversi studi, ma i più interessanti vengono dagli States dove si è trovata una correlazione tra Borderline e Femminicidi/violenza contro donne. In uno studio specifico emerge l’oscillazione di una percentuale preoccupante: dal 25 al 50% della popolazione carceraria è affetta da Borderline, molto frequente nei soggetti che si fanno attori di reato violento, quale il Femminicidio”.

Tornata in Italia, apre una Divisione della sua azienda presso la clinica privata “Domus Medica” di San Cesario di Lecce.

 

 

 

Karlheinz, musicista da conoscere

karlheinz

 

Karlheinz è il nome d’arte di un musicista originale, che segue un percorso musicale complesso e rivolto al futuro. Proviamo a conoscerlo meglio.

 

Karlheinz, nome e logo

Karlheinz è appunto il nome d’arte con cui è conosciuto, cosa assai diffusa tra attori e musicisti, regolarmente registrato alla SIAE. L’artista ha scelto tale nome come omaggio a Karlheinz Stockhausen, compositore tedesco nato nel 1928 e morto agli inizi degli anni 2000. Al suo omonimo tedesco lo accomuna la passione per la ricerca e lo studio del suono. Altrettanto particolare è il logo scelto dall’artista. Si tratta di un fiore viola con cinque petali, racchiuso in un esagono regolare. Al centro del fiore c’è un piccolo cerchio bianco. L’esagono, il numero di petali del fiore, il colore e le varie geometrie interne al logo rimandano ad antichi significati mitologici e biblici che stanno ad indicare gli elementi più significativi della vita e della creazione.

 

Il percorso artistico

Karlheinz si pone nell’ambito del genere musicale noto come “techno”, ossia quella musica in cui una delle principali peculiarità è l’uso di strumenti tecnologici. Ma questo artista ama studiare, sperimentare ed utilizzare varie modalità.  Kalheinz si affida alla propria curiosità, alle proprie conoscenze ed all’istinto. Ama miscelare sonorità e ritmi. Nella sua produzione si possono ritrovare richiami asiatici ed africani, ritmi del jazz, del blues e persino di musica classica. Con maggiore precisione, la sua è una musica techno fusion. Le sue uscite sono numerose, e vanta diverse collaborazioni con etichette assai prestigiose.

karlheinz

 

La produzione di Karlheinz

Il suo primo EP, dal titolo EP1, è uscito con TrackPark, etichetta della divisione Proceed Records. I suoi ritmi stupiscono e coinvolgono, ed infatti Karlheinz ottiene sin da subito ottimi piazzamenti nelle classifiche di riferimento. Si pone con oltre dieci tracce nella TOP10. Collabora inoltre con artisti e DJ di grande prestigio in tutto il mondo. Da ricordare, in particolare, la collaborazione con Haldo DJ. Insieme a lui, Karheinz ha fondato HAKA Project, un concept di sette tracce che di recente ha visto l’uscita di un EP intitolato Shams, per la prestigiosa label Cafe de Anatolia. Va ricordata anche la sua collaborazione con l’etichetta Natura Viva.

 

Le raccolte

Le sue varie produzioni sono state inserite in molte raccolte. Tra queste, è d’obbligo ricordare Deep Formentera, Cotê d’Azur (Buddha Bar), CLAPS Records, STPH – Stereophonic e Love Vibration Nation & R3UK (etichetta con nomination al Grammy Award), MODA – Ministry of Dance Arabic.

 

Presente e futuro

La voglia di sperimentare di Karlheinz non si limita alla composizione musicale. Nel 2022, dopo un impegnativo lavoro durato oltre un anno, l’artista progetta e realizza il LICHT, un nuovo strumento musicale. Si tratta di uno strumento che prende informazioni dalla luce, e lavora con sofisticati sensori laser ed un software specifico. In pratica, permette di fare musica partendo dalla luce. Il tutto, ispirandosi a colori e geometrie del logo. L’artista ha inizialmente deciso di utilizzare lo strumento solo per le proprie performances, senza commercializzarlo. Oltre che sul suo sito, è possibile seguire Karlheinz sia su instagram sia su you tube. 

 

 

 

 

 

 

Alessio Amadori al webinar Consulenza finanziaria ed etica

Alessio Amadori partecipa  giovedì 20 ottobre al  webinar di Esamifinanza, dove sarà intervistato dal moderatore dell’incontro Pierstefano De Fiores allo scopo di approfondire,  insieme agli altri partecipanti, “le tematiche relative al VALORE e alla DELICATEZZA del ruolo di consulente finanziario”.

Durante l’incontro, che durerà circa un’ora, si parlerà di un tema caro ad Amadori, la questione dell’eticità nella consulenza finanziaria.

Alessio Amadori: carriera ed etica

Alessio Amadori, è un ex bancario e dirigente sindacale Fabi-Assonova, ha alle spalle 42 anni di lavoro nel settore creditizio in Italia e all’estero.I suoi incarichi direttivi nel gruppo Unicredit  lo portano infatti a viaggiare molto, sia in Italia che fuori. Non a caso nelle città di Londra e Parigi, dove ha vissuto circa 10 anni,  ha affermato  di tornare con grande gioia ogni qualvolta gli sia possibile e di considerarle città  d’adozione.

In quanto consulente finanziario Amadori diventa  Dirigente Nazionale FABI, la  Federazione Autonoma Bancari Italiani.  Inoltre è anche   Responsabile del Coordinamento Nazionale Consulenti Finanziari e  nel 2014 viene eletto all’unanimità  Presidente ASSONOVA,  Associazione Consulenti Finanziari.

Avendo a cuore le problematiche inerenti il suo lavoro si occupa anche della dirigenza di varie realtà associative come rappresentante sindacale.

L’etica è sempre stata a cuore di Alessio Amadori, che ha sottolineato l’ importanza dell’adozione del Codice etico unico del credito e della finanza: “Chiunque intenda esercitare una professione deve farlo attenendosi alle prescrizioni di legge. Quello a cui stiamo lavorando è un nuovo strumento ad hoc imperniato su linee guida condivise da tutte le parti interessate. Le banche sono oggi il crocevia di numerosi interessi economici e finanziari. Come associazione il nostro impegno è quello di rappresentare gli oltre 5mila promotori finanziari iscritti all’albo e iscritti alla Fabi”.

Durante il webinar Amadori avrà modo di illustrare le sue opere sfogliandone alcune pagine.

Il libri di Amadori

La bravura e l’esperienza di Alessio Amadori sono state trasferite nelle due opere scaturite dalla sua penna.

Il suo primo libro Il Mio VocaBABBOlario – Un piccolo dizionario, semiserio e familiarpopolare, nel quale vuole offrire “una versione parziale, minima, del senso di ciascuna voce, senza quindi alcuna pretesa di completezza” poiché “il linguaggio, nelle pretese di chi parla o scrive, è lo strumento che dovrebbe rendere chiare e intelligibili a chiunque le idee espresse, ma questo avviene solo in parte, perché nessuna parola può abbracciare l’infinità di senso che un’idea può contenere e per di più – essendo destinata ad altri esseri umani- tale parola è sottoposta all’intendimento, o al fraintendimento di questi ultimi”. 

La seconda opera di Alessio Amadori è Il mio vocaBANCOlario – dizionario bancario eticologico il cui obiettivo è “che le coscienze e le intelligenze delle persone siano stimolate e formate, sempre più e sempre meglio, a comprendere i meccanismi manipolativi messi in atto dalle strutture per coartare le persone e renderle passivi esecutori dei dettami aziendali, anche quelli suscettibili di scrutinio in sede non solo etico-morale, ma talora anche legale-disciplinare”.

 

 

 

 

Picciotto, musicista di talento

picciotto

 

Nell’universo musicale molti artisti ottengono qualche rapido successo, ma poi altrettanto rapidamente cadono nell’oblio. Picciotto, al contrario, si trova da diversi anni sulla cresta dell’onda. È dunque un personaggio da conoscere meglio.

Picciotto e la sua produzione

Picciotto nasce in Sicilia nel1982, ed inizia a collaborare precocemente con diversi artisti e musicisti, tra cui DJ Jad. I primi brani in dialetto siciliano escono nel 2012; tra questi vanno ricordati “Step” e “Mica Fazzu a’Finta”. La sua produzione registra una notevole continuità. Il singolo “Sotto Casa Mia” è infatti del 2016, ed il relativo video ottiene immediatamente un record di visualizzazioni: oltre 135.000. Diversi media nazionali, tra cui Rai e Mediaset, gli dedicano la loro attenzione. Dello stesso anno è l’album “Picciotto”. “MI Siddia”, che unisce rap e comicità, è dell’anno successivo. Nel 2018 esce “Rap”. Nei successivi anni, Picciotto continua a pubblicare ed a dedicarsi al suo pubblico con vari live tra Calabria e Sicilia.

Una musica impegnata

Il rap è un genere musicale fortemente sincopato, ove il monologo prevale sul canto. Picciotto non si smentisce. Tramite la sua musica, l’artista si occupa sin dall’inizio di tematiche a carattere sociale. Nella sua produzione riveste grande importanza il tema dell’amianto e delle conseguenze sulla salute di chi ci lavora. A questi aspetti è dedicato “Sotto Casa Mia” che vuole essere una forte denuncia dell’inquinamento da amianto sull’ambiente e sulla salute, prendendo spunto da Biancavilla, il paese in cui il rapper vive e da cui deriva il nome del disco.

Contro i tumori

Le problematiche causate dall’amianto riguardano però molte altre zone d’Italia, anche del nord. Picciotto pone la propria musica come ideale collante al fine di favorire la sensibilizzazione al problema su scala nazionale. Ma la sua lotta contro i tumori non si ferma qui. Nel settembre us, ad Alessandria, il rapper ha partecipato con Antonella Clerici ad un evento che ha riscosso grande risonanza. Il musical ha visto la partecipazione del “Fuck Cancer Choir”, un coro formato da pazienti oncologici che grazie alla musica lottano contro il cancro. La musica ed il canto divengono strumento di sensibilizzazione e di rinascita. I fondi raccolti grazie allo spettacolo contribuiranno a sostenere la ricerca scientifica contro il mesotelioma ed il melanoma.

picciotto

Picciotto e la politica

La musica rap riconosce costantemente un impegno anche di tipo politico. Poco prima delle recenti elezioni politiche, Picciotto pubblica brano e videoclip dal titolo “Precario dello Stato”, al cui centro vi sono le note vicende legate al superbonus edilizio del 110%. Il suo intento è quello di sollecitare la politica a porre maggiore attenzione alle difficoltà di migliaia di aziende, alle prese con i complicati meccanismi della cessione dei crediti fiscali. Il video riscuote in pochissimo tempo migliaia di visualizzazioni. Va ricordato altresì l’ultimo estratto dal suo disco “Don Picciotto”, che mira a ricordare la responsabilità di chi guida: se chi ha potere decisionale prende le decisioni sbagliate, ci rimette l’intera collettività.

Una curiosità per concludere

È noto che i cantanti hanno quasi sempre un nome d’arte. Picciotto si pone in questa linea, vedendosi attribuito tale nome dai colleghi con cui ha iniziato a collaborare. Ma è anche un omaggio alle sue origini: nel dialetto siciliano, infatti, picciotto significa “ragazzo”. E di strada questo ragazzo ne sta facendo veramente tanta.

 

 

 

Marco Ilardi, dalla geologia al Digital Food

 

 Marco Ilardi è un’imprenditore napoletano laureato in Geologia che dopo una serie di esperienze nell’ambito dei  suoi studi, ovvero come ricercatore universitario e sviluppatore software geologico presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli studi di Napoli Federico II, fino ad arrivare ad entrare nel Gruppo nazionale di Geografia fisica e geomorfologia, ha cambiato totalmente strada.

Una volta  entrato nel centro elaborazione dati del Dipartimento di scienze della terra, è entrato in contatto con nuove apparecchiature hardware, tanto che ha affermato “ho lavorato sui migliori server al mondo prima che uscissero”.

Dopo un’ulteriore esperienza nella famosa IBM, prima azienda statunitense nel settore informatico, Marco Ilardi decide, come detto, di dare una svolta alla sua carriera ed entrare nel mondo dell’imprenditoria, forte del suo bagaglio di conoscenze. Nasce così nel 2015 il progetto Micropedia, “una azienda ibrida tra una software house ed una web agency perché sviluppando applicazioni web le ottimizziamo anche per i motori di ricerca facendole diventare tutt’uno con il sito internet e con una portabilità che va dal desktop al laptop al mobile”. 

Marco Ilardi: Micropedia e il mondo del digital food

Uno dei progetti realizzati da Micropedia e descritto sul sito è un’app per pasticceria. Viene così descritta l’idea di partenza, durante il periodo Covid:

“Alcune attività come bar, pasticcerie e gelaterie, insieme a ristoranti e pasticcerie sono stati fortemente penalizzati: gli orari di apertura sono stati accorciati con la chiusura alle ore 18, ma soprattutto la limitazione degli accessi ha causato grossi problemi sia agli esercenti che ai consumatori. […]  Abbiamo pensato insieme al campione del mondo di pasticceria 2016 Matteo Cutolo, di rivoluzionare il mondo della pasticceria, con una nuova app per pasticceria personalizzata con il brand della famosa pasticceria Generoso di Ercolano, che includesse oltre alle funzioni di gestione della coda elettronica, che consente ai clienti di Matteo di preselezionarsi per la gelateria, per un ritiro, per il reparto celiachia o il reparto pasticceria, anche il link diretto a tutte le piattaforme social della pasticceria, alla navigazione con Google Map per ricevere le indicazioni stradali ed un pulsante per effettuare una telefonata”.

Marco Ilardi insomma ha messo quindi a frutto le sue conoscenze in ambito di software applicandole al settore food. Per lo stesso motivo è nato il suo libro: Digital Food: Come le nuove idee digitali possono portare al successo la tua attività nel settore Horeca.

Il Libro

Con il suo libro Marco Ilardi vuole sottolineare l’importanza, in un mondo sempre più digitale, che anche la ristorazione rimanga al passo coi tempi. Digital Food: Come le nuove idee digitali possono portare al successo la tua attività nel settore Horeca vuole indicare agli addetti ai lavori quale può essere la maniera migliore di commercializzare e pubblicizzare  la propria attività in rete, facendosi così  largo tra la concorrenza per  distinguersi dagli altri.

Come leggiamo in quarta copertina: “Marco Ilardi prende per mano tutti i ristoratori, pasticcieri, albergatori, chef e ogni figura professionale di settore, per condurli in un viaggio conoscitivo alla scoperta dei principali programmi realizzati dalla sua azienda, la Micropedia, in risposta alla richiesta dei suoi clienti di divenire oggi i veri protagonisti nel mondo del Food”.

Come richiedere la miglior ambulanza privata a Milano

Necessiti di un’ambulanza privata a Milano per presiedere un evento o manifestazione sportiva? Ti trovi costretto a dover traferire un tuo caro da una struttura ospedaliera ad un altra, magari fuori regione? Assistiamo Te e la sua flotta di veicoli medici sono pronte a venirti in contro e risolvere i tuoi problemi.

Ambulanza privata a Milano: come contattare Assistiamo Te

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di dare uno sguardo al sito web della società. Al suo interno, infatti, sono accuratamente descritti tutti i dettagli del servizio: dai costi, ai veicoli coinvolti, ai contatti e molto altro ancora.

Seguendo le loro istruzioni potrete richiedere un preventivo per il servizio che state cercando. In alternativa potrete contattare direttamente il loro staff gentile e professionale. Il numero di telefono da utilizzare per contattare la loro centralina è +39 080 403 8868, mentre la loro mail ufficiale, da utilizzare per la richiesta dei preventivi, è info@assistiamote.it. 

Più nello specifico, Assistiamo Te vi propone il servizio di ambulanza privata a Milano adatto ai casi più disparati. Se il vostro intento è quello di trasferire un vostro conoscente da una struttura ospedaliera ad un altra, il veicolo verrà equipaggiato a dovere ed in base alle condizioni fisiche del paziente. Per esempio, potrai richiedere il trasporto in ambulanza di malati oncologici che, ovviamente, avranno una priorità assoluta.

Questi trasporto possono riguardare il comune milanese ma possono estendersi anche ad altre zone del nostro paese. Su richiesta, infatti, Assistiamo Te si occupa anche di trasferimenti privati presso strutture ospedaliere situate in altre regioni.

In aggiunta, potrete richiedere il trasporto disabili su Milano, un trasporto privato operato tramite taxi sanitari equipaggiati per garantire il massimo comfort della persona diversamente abile.

Ambulanza privata a Milano: Assistiamo Te e la sua flotta

Assistiamo Te mette a disposizione numero veicoli di ultima generazione e completamente equipaggiati con tutti i comfort e tutti i macchinari che possono tornare utili nel caso di imprevisti o emergenze. I veicoli della loro flotta sono divisi in veicoli di base, con a bordo autista e soccorritore, veicoli intermedi che vantano a bordo l’aggiunta di un infermiere specializzato, e veicoli avanzati con a bordo soccorritori, infermiere e medico.

A seconda delle vostre esigenze e necessità, lo staff di Assistiamo Te ti aiuterà a selezionare la tipologia di veicolo ed equipaggio più consoni. Il tutto avverrà durante la fase di prenotazione.

I costi del servizio variano a seconda dell’equipaggio richiesto e del veicolo desiderato. Generalmente variano tra i 0,73 € al km ed i 1,2 € al km. Tali stime includono i costi relativi ai pedaggi autostradali e ai costi di uscita dell’ambulanza. Tuttavia, per stime più precise vi consigliamo di rivolgervi direttamente al loro staff richiedendo un preventivo.

Il miglior noleggio con conducente a Roma: puntuale ed elegante

Sei un turista a Roma desideroso di muoversi per le strade della capitale in totale sicurezza e nel modo più veloce possibile? Vuoi concederti una giornata speciale sulle colline umbre tra assaggi di vino e SPA rilassanti? Hai semplicemente bisogno di un noleggio con conducente a Roma per raggiungere un centro commerciale, la casa di un parente o un evento? Oggi vi parliamo di Transfer Service Roma, società che opera nel settore dei trasporti privati nella capitale dal lontano 2008 e che, nel corso del tempo, ha guadagnato la fiducia dei propri clienti, garantendo un servizio a 5 stelle basato su professionalità, discrezione, puntualità e attenzione alle esigenze del cliente.

Noleggio con conducete a Roma: tutti i servizi disponibili

Transfer Service Rome mette a disposizione dei propri clienti una lunga lista di servizi riguardanti il trasporto privato. Potrete contattare il loro staff e richiedere un preventivo sia nel caso in cui siate interessati ad un trasporto privato su breve distanza, sia nel caso in cui stiate organizzando una gita giornaliera fuori porta.

Il noleggio con conducente a Roma riguarda trasporti locali a breve raggio, tuttavia, è possibile richiedere dei trasporti a lungo raggio verso altre regioni d’Italia, ma anche verso altri paesi dell’Unione Europea.  Se invece avete bisogno di un trasporto veloce per raggiungere, per esempio, il luogo di un meeting lavorativo, potrete richiedere il servizio ad ore. L’esperienza e la professionalità dei loro conducenti vi permetterà di risparmiare del tempo e di godervi in totale relax il viaggio.

Ma non è tutto! Transfer Service Rome vi viene incontro anche nel caso in cui siate alle prese con l’organizzazione di un’esperienza particolare. Vi serve un wedding service per il vostro matrimonio? Richiedete una vettura elegante e dotata di qualsiasi comfort per il giorno più importante della vostra vita! Volete concedervi una giornata in totale relax e, magari, arricchirla con una degustazione di vini e un rilassante trattamento SPA? Prenota un excursion day, il vostro autista si preoccuperà dei vostri trasferimenti e di qualsiasi imprevisto possa accadere.

Noleggio con conducente a Roma: prenota online e goditi il viaggio

Per ulteriori informazioni vi rimandiamo direttamente al sito web ufficiale di Transfer Service Rome. In maniera molto veloce e seguendo le indicazioni presenti, potrete prenotare uno qualsiasi dei servizi menzionati in precedenza. In aggiunta, potrete fare affidamento totale al loro fantastico servizio clienti. Sul sito è disponibile uno script che vi permette di ottenere un preventivo non ufficiale in pochissimi secondi. Ovviamente, potrete fare richiesta per un preventivo ufficiale tramite mail. E’ disponibile, inoltre, un numero whatsapp da utilizzare per le comunicazioni rapide.

Cosa aspetti? Prenota online un escursione giornaliera, un trasporto a breve o lungo raggio e goditi il viaggio in totale relax e sicurezza, accompagnato da un autista professionale, puntuale, discreto e, se richiesto, in grado di parlare diverse lingue. Affidati a Transfer Service Rome!