Come richiedere la miglior ambulanza privata a Milano

Necessiti di un’ambulanza privata a Milano per presiedere un evento o manifestazione sportiva? Ti trovi costretto a dover traferire un tuo caro da una struttura ospedaliera ad un altra, magari fuori regione? Assistiamo Te e la sua flotta di veicoli medici sono pronte a venirti in contro e risolvere i tuoi problemi.

Ambulanza privata a Milano: come contattare Assistiamo Te

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di dare uno sguardo al sito web della società. Al suo interno, infatti, sono accuratamente descritti tutti i dettagli del servizio: dai costi, ai veicoli coinvolti, ai contatti e molto altro ancora.

Seguendo le loro istruzioni potrete richiedere un preventivo per il servizio che state cercando. In alternativa potrete contattare direttamente il loro staff gentile e professionale. Il numero di telefono da utilizzare per contattare la loro centralina è +39 080 403 8868, mentre la loro mail ufficiale, da utilizzare per la richiesta dei preventivi, è info@assistiamote.it. 

Più nello specifico, Assistiamo Te vi propone il servizio di ambulanza privata a Milano adatto ai casi più disparati. Se il vostro intento è quello di trasferire un vostro conoscente da una struttura ospedaliera ad un altra, il veicolo verrà equipaggiato a dovere ed in base alle condizioni fisiche del paziente. Per esempio, potrai richiedere il trasporto in ambulanza di malati oncologici che, ovviamente, avranno una priorità assoluta.

Questi trasporto possono riguardare il comune milanese ma possono estendersi anche ad altre zone del nostro paese. Su richiesta, infatti, Assistiamo Te si occupa anche di trasferimenti privati presso strutture ospedaliere situate in altre regioni.

In aggiunta, potrete richiedere il trasporto disabili su Milano, un trasporto privato operato tramite taxi sanitari equipaggiati per garantire il massimo comfort della persona diversamente abile.

Ambulanza privata a Milano: Assistiamo Te e la sua flotta

Assistiamo Te mette a disposizione numero veicoli di ultima generazione e completamente equipaggiati con tutti i comfort e tutti i macchinari che possono tornare utili nel caso di imprevisti o emergenze. I veicoli della loro flotta sono divisi in veicoli di base, con a bordo autista e soccorritore, veicoli intermedi che vantano a bordo l’aggiunta di un infermiere specializzato, e veicoli avanzati con a bordo soccorritori, infermiere e medico.

A seconda delle vostre esigenze e necessità, lo staff di Assistiamo Te ti aiuterà a selezionare la tipologia di veicolo ed equipaggio più consoni. Il tutto avverrà durante la fase di prenotazione.

I costi del servizio variano a seconda dell’equipaggio richiesto e del veicolo desiderato. Generalmente variano tra i 0,73 € al km ed i 1,2 € al km. Tali stime includono i costi relativi ai pedaggi autostradali e ai costi di uscita dell’ambulanza. Tuttavia, per stime più precise vi consigliamo di rivolgervi direttamente al loro staff richiedendo un preventivo.

Cura e ringiovanisci la tua pelle grazie ai cosmetici Yemaya

Un numero crescente di aziende italiane presta sempre più attenzione a temi riguardanti la sostenibilità ambientale, il rispetto e la formazione del proprio staff, l’utilizzo di prodotti naturali, l’applicazione di processi produttivi che rispettino il territorio. Yemaya è un’azienda leader nel settore della cosmetica che, molto tempo prima che tutto ciò diventasse una prassi, ha deciso di adottare una visione estremamente moderna.

Yemaya opera nel settore della dermocosmesi e dell’estetica applicata da oltre 40 anni e, da sempre, ha prestato molta attenzione al settore di ricerca e sviluppo. Grazie a continui investimenti, ricerche e tentativi, Yemaya ha messo a punto dei sistemi di estrazione di sostanze naturali e produzione di cosmetici 100% naturali di ultimissima generazione. Come potrete notare curiosando sul loro sito web, infatti, non solo sono presenti centinaia di prodotti dalle infinite applicazioni ed effetti benefici, ma sono disponibili anche strumenti e macchinari che, utilizzando le più moderne tecnologie, permettono di risolvere una lunga serie di problemi.

Yemaya si propone come una delle aziende più moderne sul nostro territorio, non solo grazie alla qualità ed efficacia dei suoi prodotti, ma anche grazie alla grande attenzione riposta nei confronti dei lavoratori, estetiste in primis, e dell’ambiente.

Crema anti-age effetto filler o Crema illuminante?

Come potrete facilmente notare, i cosmetici prodotti da Yemaya sono molto differenti tra loro dal punto di vista dell’effetto finale, dell’applicazione e della composizione. Tuttavia, trattandosi di prodotti naturali al 100% il loro utilizzo può essere combinato in modo da ottenere dei trattamenti su misura.

La crema anti-age effetto filler, per esempio, è costituita da peptidi di diversa natura. Quello presente in maggiori concentrazioni è molto simile alla tossina botulinica A ed è costituito da soli 6 amminoacidi. Sebbene la sua struttura chimica e meccanismo d’azione siano simili alla tossina botulinica A, ovviamente, i suoi effetti non sono comparabili. Si tratta, infatti, di un peptide assolutamente sicuro e non nocivo che non porta a controindicazioni di alcun tipo. Mentre la tossina precedentemente citata porta ad una paralisi del muscolo, questa crema consente solo un rilassamento ed una riduzione del movimento. La sua applicazione, quindi, riduce la contrazione dei muscoli facciali responsabili della comparsa delle rughe d’espressione. La sua applicazione viene spesso associata a sieri e vitamine che ne intensificano l’efficacia.

Questa crema, sotto consiglio di operatori specializzati nel settore della cosmetica, può essere associata alla crema illuminante, in grado di agire sulle iperpigmentazioni, causando l’eliminazione delle macchie sulla pelle, indipendentemente dalla loro origine. Di conseguenza, può essere applicata per curare macchie solari, ormonali, da acne o cloasma da gravidanza. In aggiunta, è un ottimo protettore UV.

Per scoprire molto di più sulla vastissima gamma di prodotti targati Yemaya, vi consigliamo di fare un giro sul loro e-commerce. Per ogni prodotto e tecnologia troverete una scheda molto dettagliata che vi spiegherà composizione, meccanismo d’azione ed effetti benefici sul corpo.

Liposcultura con vaserlipo: cos’è? Complicanze? Dove farla?

Il Dr. Umberto Tozzi è il fondatore del brand e ambulatorio chirurgico Clinique Visage nonchè uno dei massimi esperti nel nostro paese di chirurgia estetica e Maxillo-Facciale.

Laureatosi nel 2008 in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli – Federico II on il massimo dei voti, Umberto ha dato sin da subito l’idea di essere una delle persone più preparate d’Italia nel suo campo. Il suo interesse nei confronti della chirurgia Maxillo-Facciale era chiaro già dai tempi pre-laurea come ampiamente dimostrato dal lavoro di tesi finale.

Successivamente, Umberto ha ottenuto l’abilitazione ad esercitare la professione di Medico Chirurgo e per due anni si è dedicato all’attività di ricerca pubblicando una serie di lavori ampiamente apprezzati dai suoi colleghi.

Attualmente è il fondatore e gestore di Clinique Visage, ambulatorio chirurgico tramite il quale esegue trattamenti di ultima generazione utilizzando i migliori macchinari disponibili sul mercato. Chirurgia Maxillo-Facciale a parte, i campi in cui opera prevalentemente sono: rinoplastica, blefaroplastica, otoplastica, cheiloplastica, mentoplastica e Lipofilling, o liposcultura.

Liposcultura con vaserlipo: tecnica moderna rapida e indolore

Negli ultimi anni si è registrata una tendenza netta: un numero sempre maggiore di persone ritiene fondamentale il proprio aspetto fisico. Non a caso, il numero di persone che praticano sport regolare è in aumento, così come quello di dietologi, nutrizionisti e personal trainer.

La cura dell’alimentazione e lo svolgimento costante e programmato di attività fisica sono sicuramente due dei nostri principali alleati nel momento in cui vogliamo intervenire sul nostro aspetto.

Tuttavia, non sempre alimentazione e sport sono sufficienti a raggiungere i risultati sperati o ad intervenire su parti del corpo specifiche e mirate. In questi casi potrete contare sulla chirurgia estetica che grazie ai passi da gigante compiuti negli ultimi anni, permette di operare qualsiasi zona del corpo con un’invasività minima.

Generalmente, il Vaser è una tecnica di chirurgia estetica che permette di rimuovere gli accumuli di grasso da diverse parti del corpo come fianchi, collo, braccia e addome. Il Vaser è una tecnica già ampiamente nota ed utilizzata da molti anni.

Di recente, è stato sviluppato il Vaserlipo, un macchinario di ultima generazione il cui funzionamento è basato sugli ultrasuoni. Sprigionando ultrasuoni a determinate frequenze, tale macchinario riesce ad agire solo ed esclusivamente sulle cellule del tessuto adiposo, ossia su quello che in gergo viene definito grasso. Di conseguenza, l’invasività del trattamento è pari a zero in quanto non è in grado di influenzare le cellule di altri tessuti, come nervi e vasi sanguigni.

Il risultato finale vi lascerà senza parole: con una semplice anestesia locale, in modo rapido, indolore e non invasivo, potrete modellare il vostro corpo eliminando il grasso in eccesso e mettendo in risalto la vostra muscolatura.

Per ulteriori informazioni su questa e sulle altre tecniche e strumentazioni utilizzate dal Dr. Umberto Tozzi vi rimandiamo direttamente al suo sito web personale. In aggiunta, se volete sapere di più sul mondo della chirurgia estetica in maniera non eccessivamente formale vi lasciamo il link del suo profilo Instagram.

Una sana alimentazione allunga la vita

Andrea Tardino

Al giorno d’oggi mantenersi in forma è diventato un obbligo. Grazie alle recenti scoperte e ricerche scientifiche è ormai chiaro quanto sia importante prendersi cura del proprio fisico praticando un esercizio costante e mangiando in modo sano e bilanciato. Ovviamente, non sempre è facile bilanciare questi due aspetti, per questo motivo, un numero sempre crescente di persone si affida a personal trainer che ne seguono l’allenamento e la dieta. Oggi vi parliamo di Andrea Tardino, laureato in Scienze Motorie e personal trainer responsabile del programma online di Wellness&Go.

Andrea Tardino, dopo la sua carriera universitaria, ha deciso di coinvolgere quante più persone possibili nei suoi programmi e, proprio per questo, ha creato il programma Wellness&Go tramite il quale propone lezioni in streaming e dal vivo. Tali lezioni comprendono molte discipline diverse e complementari tra loro.

Concentrandoci sulla sana alimentazione e su quanto sia in grado di migliorare le condizioni del vostro corpo ed allungare la vita, vogliamo darvi alcuni consigli molto semplici, suggeriti direttamente da Andrea Tardino.

Innanzitutto, bisognerebbe prendere coscienza delle proprie abitudini di vita e, per farlo, Andrea ci consiglia di usare un diario. Nel corso del tempo, rileggendolo, ci renderemo conto della qualità della nostra vita quotidiana e dei miglioramenti ottenuti. Successivamente, in modo da avere un’alimentazione sana e bilanciata, è consigliabile pianificare la settimana alimentare. Così facendo, avremo un assorbimento dei nutrienti principali costante nell’intervallo dei 7 giorni.

Un altro aspetto sul quale Andrea Tardino insiste molto è la conoscenza di ciò che mangiamo. A causa di una vita sempre più veloce e di una disponibilità di cibo sempre più vasta, stiamo perdendo l’abitudine di informarci su cosa mangiamo. E’ di fondamentale importanza leggere sempre la lista degli ingredienti contenuti in ciò che compriamo, così come la loro qualità (spesso data da un codice) e la loro provenienza.

Anche noi ci sentiamo di darvi un consiglio: rivolgetevi sempre ad esperti del settore come Andrea Tardino. La cura del proprio corpo è di fondamentale importanza, non affidatevi a gente non esperta e senza la giusta preparazione teorica e professionale. Affidate il vostro benessere solo ad esperti nel settore, con esperienza alle spalle e con studi appropriati.

Il programma di Welness&Go, per esempio, è composto da sessioni di 30-45 minuti, svolte in streaming da remoto o direttamente in ufficio, tenute da professionisti che collaborano con Andrea. Per seguire tali corsi che, ripetiamo, includono diverse discipline complementari tra loro, non c’è bisogno di attrezzi particolari. Di conseguenza, se siete interessati al fitness, questo programma è ciò che fa per voi.

Visitando il sito web di Andrea Tardino potrete informarvi su molti aspetti fondamentali legati alla forma fisica e all’alimentazione sana che, per motivi di tempo e di spazio, ovviamente non possiamo riportare in maniera esauriente qui.

Tutto sulla cassetta pronto soccorso in azienda

cassetta pronto soccorso

La cassetta pronto soccorso costituisce un elemento obbligatorio da avere in azienda. Infatti, da Febbraio 2005 è necessario avere a disposizione tutto l’occorrente per effettuare il primo soccorso nel caso in cui si verifichi un incidente che richieda cure e medicazioni.

Ma non solo, ogni cassetta di pronto soccorso deve avere un contenuto minimo e una dotazione specifica per ogni tipologia di azienda, in base al numero di lavoratori ed al tipo di rischio.

In realtà, a sancire in maniera obbligatoria la presenza della cassetta di pronto soccorso all’interno delle aziende è il D.M. 388 del 2003 che, all’articolo 45 del D.Lgs 81/200, indica i contenuti del kit per il primo soccorso.

Gli infortuni sul lavoro, purtroppo, sono un problema serio e diffuso e secondo le stime del Sole24Ore, si calcola che ogni giorno ci sono circa 3 morti negli ambienti lavorativi.

Sul mercato sono presenti diverse soluzioni per la cassetta pronto soccorso da avere in azienda, ma la Pinklab, società specializzata nel primo soccorso e nella vendita di dispositivi medicali, offre casette pronto soccorso certificate a prezzi convenienti.

Cassette pronto soccorso per ogni azienda

Come accennato in precedenza, il D.Lgs 81/2008 ha evidenziato i contenuti minimi richiesti per ogni cassetta del pronto soccorso da tenere in azienda.

Le realtà aziendali sono state suddivise in 3 gruppi ed è stato stabilito che le aziende di tipo A e B dovranno necessariamente avere un kit di pronto soccorso, mentre le aziende di tipo C, con meno di 3 lavoratori, devono possedere un pacchetto di medicazione.

  • aziende del gruppo A: sono quelle con tre o più lavoratori impegnate in attività industriali, centrali termoelettriche, aziende estrattive, ecc, oppure appartenenti a gruppi tariffari INAIL o del comparto dell’agricoltura:
  • aziende del gruppo B: con tre o più lavoratori che operano in settori diversi da quelli indicati nel gruppo precedente;
  • aziende del gruppo C: aziende che hanno meno di 3 lavoratori e non rientrano nel gruppo A.

Ogni azienda, quindi, in funzione del suo gruppo di appartenenza, dovrà dotare l’ambiente di lavoro con una o più specifiche cassette di pronto soccorso. Ogni kit di primo soccorso avrà quindi una composizione diversa specificata negli allegati del Decreto Ministeriale.

I contenuti della cassetta di pronto soccorso, devono essere integri, non scaduti e, in caso di mancanza o deterioramento di uno o più componenti, questi vanno immediatamente reintegrati. Pinklab offre anche appositi kit di reintegro pensati appositamente per le diverse tipologia di cassetta pronto soccorso.

E’ importante quindi scegliere il kit di pronto soccorso giusto, aderente alla normativa vigente, per evitare di incorrere in sanzioni. Infatti, in caso di assenza della cassetta di pronto soccorso o se quest’ultima non è conforme al DM, il datore di lavoro può essere soggetto all’arresto o detenzione con una pena da 2 a 4 mesi, oppure al pagamento di una multa che va da 837,62 € a 4.467,30 €.

Acquistando una delle cassette di pronto soccorso di Pinklab, inoltre, si sarà maggiormente sicuri di essere sempre in linea con i requisiti stabiliti dal DM. Infatti, dopo l’acquisto, sarà Pinklab a ricordare al cliente che è l’ora della manutenzione della cassetta di pronto soccorso, obbligatoria per legge (D.lgs 81/08 Ex Legge 626).

GENITORI, ATTENTI A COSA MANGIATE, I VOSTRI BIMBI VI IMITANO IN TUTTO!

GENITORI, ATTENTI A COSA MANGIATE, I VOSTRI BIMBI VI IMITANO IN TUTTO!

 

La pandemia ha sicuramente stravolto le nostre abitudini e questo lo sappiamo. Spesso però perdiamo di vista che non tutti i cambiamenti sono avvenuti in negativo: il periodo di isolamento e il lockdown, che continua parzialmente anche in questa fase, ha fatto riscoprire il piacere di stare in famiglia e di avere più tempo da passare in casa, con i propri figli.

Questa può essere sicuramente un’occasione per prendersi più cura di loro anche dal punto di vista alimentare, cercando di consolidare le buone abitudini a tavola. Inoltre può essere un modo per migliorare la propria dieta, ma anche per scoprire la bellezza della condivisione anche nella preparazione dei pasti e, quindi, coinvolgere bambini e ragazzi in cucina. 

 

Ma quali sono i consigli da mettere in pratica per migliorare l’alimentazione dei nostri bambini e ragazzi e, in generale, il loro rapporto con il cibo? Ecco qui una lista di suggerimenti ad hoc per questo periodo di emergenza (e, perché no? da tener presente anche una volta ritornati alla tanta agognata normalità):

  • variare la dieta e abituare bambini e adolescenti a consumare frutta e verdura ad ogni pasto, sia come contorno, che come condimento nei piatti a base di cereali (come pasta o riso)
  • preferire prodotti di stagione. Avere verdure e ortaggi sempre disponibili, oltre a quelli freschi, possiamo usare anche surgelati o buste del banco frigo;
  • la colazione è importante, meglio se consumata insieme, a base di latte o yogurt, cereali, possibilmente integrali, pane o altri prodotti da forno e frutta;
  • bambini e ragazzi hanno bisogno di calcio. Per fornirgli la giusta dose, necessaria per la loro crescita, abituiamoli a consumare latte e/o yogurt, meglio se senza zuccheri aggiunti, un paio di volte al giorno e alterniamo i formaggi alle altre pietanze tre volte a settimana;
  • sì alle due piccole merende tra i pasti principali, a metà mattina e nel pomeriggio. Sono importanti per “ricaricare” di nutrienti bambini e ragazzi, ma sono anche un’occasione per consumare frutta o verdura (in alternativa a latte/yogurt), un po’ di pane, o una piccola manciata di frutta secca (senza zucchero o sale);
  • è importante che bambini e ragazzi assumano legumi, che sono fonti di proteine: introduciamoli almeno 2-4 volte a settimana, alternando o combinando le varie tipologie e abbinandoli alla pasta o al riso, o da soli, conditi con un filo di olio extra vergine di oliva, o sotto forma di zuppe e minestre saporite e colorate;
  • prodotti di origine animale devono essere presenti nell’alimentazione, non solo in quanto fonti proteiche ma anche perché apportano vitamine e minerali critici, come la vitamina B12, il ferro, il calcio e lo zinco, indispensabili per la crescita. Da preferire la carne bianca (2 volte a settimana), meno frequentemente la rossa (una volta a settimana), inseriamo le uova (2 volte a settimana), il pesce 2-3 volte a settimana, soprattutto quello azzurro, come lo sgombro, le alici e le sardine. Il formaggio è un secondo piatto. Scegliamo solo occasionalmente i salumi, che sono ricchi di grassi e sale;
  • una dieta corretta per un bambino, come per un adolescente (e anche per un adulto) prevede di bere molta acqua, almeno 6 bicchieri al giorno i più piccoli, 6-8 i più grandi. Da limitare al minimo, invece, le bevande gasate e zuccherate, compresi i succhi di frutta. A spremute e frullati fatti in casa non va aggiunto zucchero e bisogna tenere presente che non sostituiscono la frutta intera e che forniscono calorie;
  • stimoliamo sempre l’attività motoria, che non deve mancare mai, soprattutto nei più giovani, anche se confinati in casa: facciamola insieme a loro per dare il buon esempio.

Ricordiamoci, infine, che i nostri bambini e i nostri ragazzi prendono esempio da noi genitori, se fin da piccoli li abituiamo a mangiare sano, assaggiare sempre tutto e imbandiamo le nostre tavole di alimenti sani evitando di proporgli bevande zuccherate e cibo spazzatura,  ci ringrazieranno diventando egli adulti sani e forti! 

Vuoi una Consulenza su questo argomento?

Richiedi una consulenza Natural Diet: https://www.naturaldietevg.com/
Chiedi informazioni allo studio della Dott.ssa Barbara Esposito Vulgo Gigante 

 

Riduzione dell’areola per un seno più bello

Riduzione dell'areola

Il seno è senza dubbio una delle parti più femminili del corpo di una donna ed è anche per questo che gli viene dedicata tanta attenzione. Avere un décolleté perfetto, florido e sodo è il sogno di ogni donna. Infatti, secondo le statistiche dell’associazione dei Medici Chirurghi d’America (ASPS), tra gli interventi più richiesti di chirurgia estetica, c’è sicuramente la mastoplastica addittiva, una procedura con cui è possibile regalarsi una taglia in più.

 

Tuttavia, le donne non desiderano solo avere un seno più grande o più tonico, ma anche migliorarne l’aspetto. Ecco perché anche interventi considerati “minori”, come quello di riduzione dell’areola, ovvero della parte pigmentata intorno al capezzolo, vengono eseguiti altrettanto di frequente.

 

D’altronde, l’intervento di riduzione dell’areola, richiesto quando questa parte è troppo grande, è una procedura semplice che può essere eseguita in anestesia locale. A volte, l’areola viene corretta durante altri interventi chirurgici come una riduzione o il sollevamento del seno. In questo modo, la riduzione dell’ areola contribuirà a dare al seno un aspetto più armonioso.

 

L’areola tende a modificare il suo aspetto, cambiando colore e dimensione, per vari motivi. Ad esempio, questa parte intorno al capezzolo può scurirsi  o aumentare la sua dimensione per motivi genetici o a seguito di cambiamenti ormonali come quelli che avvengono durante la pubertà o la gravidanza.  Si tratta di un processo che non è reversibile e quindi, l’unico modo per ridurre le dimensioni di un areola grande è sottoporsi all’intervento chirurgico. L’operazione di riduzione dell’areola riguarda anche gli uomini: infatti, viene spesso eseguito durante l’intervento di ginecomastia, ovvero la riduzione del seno maschile.

 

Con questa procedura si riporterà l’areola alla sua dimensione media, che è di circa 4,5 cm di diametro, ma se viene eseguita anche una riduzione del seno o un sollevamento del seno, l’areola può essere riportata alla dimensione desiderata per offrire un risultato più armonico e proporzionato.

 

Ecco perché è importante scegliere con cura il chirurgo plastico: infatti, affidarsi a mani esperte sarà fondamentale per avere un risultato eccellente in tutta sicurezza. Per chi desidera sottoporsi all’intervento di riduzione dell’areola, o altri interventi di chirurgia plastica ed estetica, un buon libro sull’argomento è “Si può fare. breve guida alla Medicina Plastica ed Estetica” di Juri Tassinari, Chirurgo Plastico membro ISAPS (International Society of Aesthetic Plastic Surgery).

 

Solitamente, l’intervento di riduzione dell’areola viene eseguito in anestesia locale ed ha una durata di circa due ore, che può variare anche in base alla tecnica utilizzata. Il chirurgo plastico esegue un’ incisione nella parte esterna del capezzolo e l’areola, ovvero la pigmentata attorno al capezzolo viene rimossa. Poi, le piccole incisioni vengono suturate proprio attorno all’areola per minimizzare la loro visibilità.

L’intervento di riduzione dell’areola del seno non ha particolari controindicazioni e non crea problemi di vascolarizzazione del seno. Dopo l’operazione, possono comparire piccoli lividi intorno all’areola, ma tenderanno a scomparire completamente nel giro di circa 10 o 15 giorni.

L’intervento di riduzione dell’areola da risultati molto sodisfacenti, ma come spesso accade nel mondo della chirurgia, i risultati ed il recupero possono variare paziente a paziente poiché vengono influenzati da vari fattori (aspettative, genetica, stile di vita, storia medica, tipologia di intervento chirurgico).

 

Corsi di aggiornamento rspp online da 40 ore

aggiornamento rsppaggiornamento rspp

Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione è una figura professionale estremamente importante. La sua presenza è obbligatoria in tutte le aziende e, ogni 5 anni, dovrebbe svolgere un corso volto all’aggiornamento delle nozioni e delle abilità acquisite. Il ruolo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione è quello di garantire la sicurezza dei lavoratori. Progetto81 propone una serie di corsi legati alla formazione ed alla sicurezza dei lavoratori, tra i quali figura anche il corso di aggiornamento rspp.

La sicurezza sul lavoro è un diritto di ognuno di noi. Da un lato l’azienda deve garantire le attrezzature e le competenze adatte a mettere i suoi lavoratori nella condizione di lavorare in modo tranquillo lontano dai pericoli, dall’altro devono essere i lavoratori stessi che si preparano e si comportano in modo adeguato. Solo tramite la collaborazione tra le parti si potrà raggiungere l’obiettivo finale, ossia quello di lavorare in totale sicurezza.

Progetto81 è un team di professionisti che operano nel settore da oltre 10 anni. Accedendo al loro sito web potrete ottenere maggiori informazioni sulle loro attività, le loro sedi, la loro storia e sui corsi proposti. Il corso di aggiornamento rspp è infatti solo l’ultimo di una lunga serie di corsi, erogati online in questo periodo, che mirano a migliorare le condizioni lavorative tramite una maggiore consapevolezza e migliori comportamenti delle parti coinvolte. I corsi proposti da Progetto81 riguardano diversi ambiti e diverse tipologie di lavoratori e sono dedicati a dirigenti, datori di lavoro e lavoratori. Tra questi corsi sono disponibili anche i corsi di alta formazione (dalla durata di 24 o 64 ore), corsi informativi sulle giuste pratiche da adottare sul lavoro in questo periodo difficile caratterizzato dalla diffusione del Covid 19 e corsi HACCP.

Per quanto riguarda i corsi di aggiornamento rspp, al pari degli altri corsi, attualmente vengono erogati esclusivamente online. Progetto81 è dotato di una propria piattaforma di E-Learning che, chiaramente, sarà accessibile 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 in seguito all’iscrizione. Di conseguenza potrete godere di tutti i vantaggi che comporta un corso online, ossia orari flessibili, nessuna necessità di spostarsi e nessun costo aggiuntivo. La durata del corso è di 40 ore totali, al termine delle quali verrete sottoposti ad un test a risposta multipla che, nel caso in cui non vada come sperato, potrà essere ripetuto più volte gratuitamente. Una volta dimostrate le conoscenze e le competenze acquisite potrete richiedere l’attestato tramite la piattaforma, lo riceverete entro un giorno lavorativo. Tale certificato è valido in tutto il paese ed è univoco, sarà caratterizzato pertanto da una serie di codici. Maggiori informazioni sull’utilizzo dell’applicazione vi verranno fornite in seguito all’iscrizione nel momento in cui Progetto81 vi assegnerà un tutor che vi seguirà nel vostro percorso e risponderà ai vostri dubbi e domande.

Alcune delle migliori aziende italiane, come Conad, Enel o Nonno Nanni, hanno già lavorato con Progetto81 che vanta oltre 67 partner, oltre 3000 clienti e oltre 26.000 corsi già erogati.

Dieta chetogenica: la preferita da sportivi e modelle

dieta chetogenica

La dieta chetogenica è una tipologia di dieta che si sta diffondendo in modo estremamente veloce negli ultimi anni. Molte delle persone che si sono sottoposte a questa dieta sono state completamente soddisfatte dai risultati ottenuti, tra queste persone ci sono molti uomini e donne che lavorano con il proprio fisico, come sportivi, modelli ed influencer. La dieta chetogenica, infatti, permette di perdere parte del proprio peso in eccesso in maniera relativamente veloce, permette di avere un fisico più tonico e di facilitare lo sviluppo muscolare. Il miglior partner della dieta chetogenica è senza dubbio l’esercizio fisico.

La dieta chetogenica è una dieta proteica che mira a ridurre il più possibile il consumo di carboidrati che, idealmente, dovrebbe essere pari a zero. In tal modo le cellule del nostro corpo, non ricevendo i carboidrati necessari alla produzione dell’energia, utilizzeranno i grassi immagazzinati nel tessuto adiposo. Bruciando tali grassi le nostre cellule otterranno l’energia di cui necessitano per far operare correttamente tutto il nostro organismo ed allo stesso tempo incentiveranno la perdita di peso. Il processo tramite il quale il nostro organismo produce energia partendo dai grassi è definito chetosi ed è un processo molto particolare. Viene infatti utilizzato solo in assenza di carboidrati e, di conseguenza, basta interrompere questa dieta per uno o pochi giorni per annullare tutti i progressi fatti. Pertanto, non si tratta di una dieta semplice e banale, è necessaria molta forza di volontà, oltre ad un buon dietologo o nutrizionista che “disegni” questa dieta nel modo corretto. In questo caso, come in tutti gli altri casi in sui si ha intenzione di seguire una dieta specifica, è bene consultare prima un esperto ed effettuare le analisi opportune in modo da evitare spiacevoli sorprese.

Gli aspetti salienti di una dieta chetogenica sono la bassa percentuale di carboidrati ingeriti e di conseguenza la bassa dose di calorie assimilate (in tal caso si parla di dieta ipocalorica, ossia povera di calorie), l’alto apporto di proteine, siano esse di origine animale o vegetale, e un contenuto medio di lipidi. L’apporto di lipidi potrebbe sembrare un controsenso, in realtà esso dev’essere basso e controllato e serve a fornire comunque una certa quantità di energia al nostro corpo. Il nostro organismo, infatti, non può essere lasciato privo di fonti di energia. Inoltre, l’apporto di lipidi tramite l’alimentazione non va ad intaccare l’equilibrio alla base del processo di chetosi. Di conseguenza, una dieta chetogenica risulterà essere priva di pasta, pane e i suoi derivati come, per esempio, la pizza. D’altro canto sarà una dieta ricca di prodotti di derivazione animale come carne, pesce, uova e formaggi oltre che di prodotti vegetali come ortaggi e frutta.

Nell’ambito di una dieta chetogenica bisogna saper distinguere la differenza tra carboidrati semplici (come gli zuccheri o altre molecole definite monosaccaridi o disaccaridi) e carboidrati complessi il cui rilascio di molecole energetiche è più esteso nel tempo. E’ bene evitare entrambe le tipologie di carboidrati anche se esse agiscono diversamente sul nostro organismo.

Acquista l’abbigliamento Nebbia Fitness da MyFitNutrition

Abbigliamento nebbia fitness

Il design della linea d’abbigliamento Nebbia Fitness è stato pensato per soddisfare tutte le esigenze degli sportivi. I capi d’abbigliamento Nebbia Fitness sono realizzati con materiali comodi, freschi ed elastici e sono l’ideale per l’attività fisica ma non solo. Recentemente, infatti, il marchio si è reso protagonista di una grande crescita che ha portato alla messa in produzione di diversi capi d’abbigliamento non strettamente riconducibili all’attività fisica. Sono infatti disponibili delle straordinarie felpe limited edition per uomo, delle giacche da donna sexy ed accattivanti e diverse varietà di costumi da bagno, dal bikini al pezzo unico.

I capi d’abbigliamento nebbia fitness possono essere acquistati dal sito di MyFitNutrition usufruendo di fantastici sconti. Riceverete i capi desiderati direttamente a casa vostra. MyFitNutrition è un’azienda italiana che da anni lavora nel campo del benessere, del fitness e, più in generale, nel campo della cura del corpo. Sul loro sito si possono acquistare infatti diversi tipi di integratori, dalle proteine, agli omega 3, passando per vitamine e Sali minerali; barrette energetiche di varia natura; cosmetici e cibi low carb, ossia cibi a ridotto quantitativo di carboidrati, ideali per chi segue delle diete chetogeniche, sempre più apprezzate dagli sportivi.

Iscrivendovi alla newsletter di MyFitNutrition avrete diritto ad un 10% di sconto sul primo ordine che opererete direttamente sul loro sito. In questo periodo, inoltre, sono disponibili fantastici sconti su diversi capi d’abbigliamento che talvolta arrivano al 50%.

La linea d’abbigliamento Nebbia Fitness è in grado di accontentare e soddisfare le richieste di uomini e donne, in ambito sportivo ma non solo. Questa linea d’abbigliamento nasce per essere vestita in luoghi di sport come le palestre ma, attualmente, sono disponibili diversi capi utilizzabili anche all’esterno di queste strutture. I pantaloni da donna Bubble Butt – Cat Woman, per esempio, sono dei pantaloni elasticizzati, aderenti e incredibilmente sexy ideali per sottolineare la definizione muscolare delle gambe e dei glutei. Il capo è realizzato per il 93% in poliammide e presenta il logo nebbia fitness su una delle due tasche presenti sul retro. Il prezzo di listino è pari a € 88,99 ma attualmente è scontato del 50% e ciò vi permetterà di pagare questo pantalone fantastico e sexy soltanto € 44,49.

Per quanto riguarda i capi maschili vi segnaliamo una vasta gamma di felpe: la più costosa è una felpa limited edition realizzata dalla collaborazione tra Nebbia Fitness e Mr Olympia (la gara di body building e culturismo più conosciuta ed importante a livello internazionale), ma sono presenti diverse alternative più economiche come Asymmetrical Hodie. Disponibile in due colorazioni differenti (borgogna e crema), questa felpa realizzata con materiali morbidi e comfortevoli presenta un’asimmetria all’attacco del cappuccio che la rende unica ed inconfondibile. Le taglie disponibili partono dalla M e terminando alla XXL. Anche su questo capo è attualmente presente un fantastico sconto del 50% che fa abbassare il prezzo a € 32,00.