“Somos Locos” e “Nato Ancora”: i due nuovi successi di Castano Shock

castano shock

In rete c’è un artista italiano che si sta facendo conoscere regalando la sua musica (che definisce “di tutti”) tramite le playlist del suo canale e il suo nome è CASTANO SHOCK che abbiamo intervistato per voi in occasione della pubblicazione dei suoi due nuovi dischi che incredibilmente non hanno una distribuzione nonostante siano davvero avvincenti e con un sound internazionale!

Questo appassionante ed appassionato artista genovese da un paio d’anni ha cambiato genere (cantava in inglese e faceva musica new wave) e ha cominciato a sfornare hit dall’innegabile orecchiabilità senza sbagliare un colpo e indovinando ogni volta ritornelli memorabili ed immediati;
La cosa straordinaria è che fa tutto da solo nel suo studio di registrazione e accompagna tutte le canzoni dei suoi dischi (ne ha già all’attivo 2 in lingua spagnola e 4 in lingua italiana) con dei video davvero shock, intriganti e innovativi sotto diversi punti di vista;

Castano Shock

castano shock

Il pubblico lo sta premiando sia in rete (i suoi video hanno moltissime visualizzazioni) che nelle esibizioni dal vivo e ci siamo fatti raccontare da lui perchè dopo “SONO UN ALIENO” ha deciso di comporre altri due dischi da mezz’ora l’uno così diversi tra loro ovvero SOMOS LOCOS E NATO ANCORA :
ciao castano, perché hai composto un disco come “somos locos” che ha dei ritmi innegabilmente diversi e agli antipodi rispetto al tuo mondo musicale tanto più che  “nato ancora” segue il percorso intrapreso con “sono un alieno”?
 
quando ho composto “sono un alieno”  mi sono reso conto che la scaletta dei live andava impreziosita con delle cover anni 80 degne ed efficaci ma per fare ballare la gente ho realizzato  ben presto che avrei avuto bisogno anche di alcuni remix più latineggianti e così mi sono rinchiuso nuovamente in studio per sfornare di corsa delle versioni più accattivanti ed è nato “soy un alieno” così, strada facendo quindi quando un anno dopo ho deciso di pubblicare sul mio canale il seguito di sono una alieno ho scritto anche delle nuove canzoni latineggianti e dal sapore vagamente reggaeton che devo ammettere non amo affatto quindi mi sono inventato un sound più europeo ed attinente al mio evidentemente elettronico mantenendo però alcuni canoni di quel sound che tanto fa impazzire i patiti dei balli caraibici.
per i testi mi sono fatto aiutare, specie per le frasi idiomatiche necessarie per accattivarsi l’attenzione di tutti i latini, da un mio già collaboratore musicale (lo si può notare in molti miei video italiani) JIMMY MENDOZA che è stato bravissimo a tradurmi i testi mantenendo i significati originali delle mie parole e rispettando le metriche;
per ringraziarlo di cotanto lavoro ho deciso di fare una canzone con lui che ero sicuro già mentre la scrivevo sarebbe divenuta una hit vincente ovvero DIFERENTE che si può ascoltare gratuitamente e senza pubblicità nel mio canale di you tube (come tutte le altre mie composizioni) .
 
la canzone ha un ritornello che ti entra subito in testa e la parte rap di Jimmy nel video diventa ancora più coinvolgente grazie alla sua mimica e il suo sorriso;
da dove nasce l’esigenza di dover far ballare i tuoi spettatori ?
 
bella domanda, non lo so!
mi sembra una cosa naturale ma la musica è bella anche se non fa ballare e anzi ritengo che quello che conta è che faccia compagnia e lasci sempre qualcosa ad ogni ascolto;
io ascolto la musica, tutta, e quando lo faccio cerco qualcosa!
a volte mi soffermo sulla voce o i cori, a volte ascolto solo i movimenti ritmici di un hi hat o la cassa che interagisce col basso ed altre ancora ascolto solo le frequenze medio alte di una chitarra che interagisce con le tastiere per vedere come slanciano o soffocano il cantante quindi il mio è più un ascolto “curioso” e da addetto ai lavori ma non per questo non godo o non apprezzo e poi se c’è il ritmo mi lascio dondolare accennando e seguendo il senso del brano!
nei miei spettacoli, tuttavia, mi piace tantissimo vedere la gente che balla per tutto il tempo, mi appaga molto.
 
 
dal 2014 ad oggi hai composto molti dischi, addirittura 2 all’anno negli ultimi due anni quindi mi sorge spontaneo chiederti se continuerai a sfornare hit anche nel 2018.
 
giuro che ci penso spesso, ho in mente molte cose, sono un fermento ma mi rendo anche conto che sono un alieno, soy un alieno, nato ancora e somos locos meritano molta attenzione e mettere altra carne al fuoco potrebbe non essere la scelta giusta!
ho molto materiale che è rimasto nel mio archivio e potrei fare uscire altri due dischi anche stasera e ti garantisco che ho tante di quelle idee nuove che ho sviluppato nel frattempo che se mi chiudessi nel mio studio ancora qualche mese potrei sfornare sicuramente altri brani super coinvolgenti e originali ma sono sicuro che la cosa più giusta da fare in questo momento è dedicarmi alla promozione di queste mie fatiche (appena terminate) e godermi anche le pause necessarie senza smettere di cercare il giusto sponsor o il giusto editore o etichetta adatta alla mia “esuberanza artistica”!
è un mondo così questo, senza sponsor si ferma tutto e siccome innegabilmente fino ad oggi ho lavorato bene e sono anche una persona piuttosto seria sono sicuro che presto arriveranno le persone  giuste ad aiutarmi e questa mole di lavoro che  ho prodotto con fatica e soddisfazione diventerà “la nuova musica della gente”.
 
 
chi sono i tuoi idoli musicali?
 
ne ho diversi  ma alcuni li amo più di altri;
chitarristicamente continuo ad apprezzare belew dei king krimson, gilmour dei pink floyd e lukather dei toto!
come cantanti mark hollis dei talk talk, dave gahan dei depeche, simon le bon dei duran duran, sting e rober page dei mr.mister e bono degli u2.
i miei bassisti preferiti sono mark king e gianni serino e i tastieristi e batteristi non mi interessano dal momento che sono sostituibili tranquillamente da sequenze e loop.
 
se la domanda si estende a che genere di musica ascolto più volentieri ti rispondo quella elettronica degli anni 80 ma anche la chill out e la bossa nova sono e tutte quelle musiche dei film italiani degli anni 70, le amo alla follia.
 
 
se volete ascoltare la musica di castano shock potete farlo gratuitamente andando nel suo canale you tube: Castano Shock Youtube

Le migliori canzoni Estive del 2017 – Classifica Hit Maggio / Giugno 2017

migliori canzoni estive estate 2017

Ogni anno, mentre si avvicina il periodo estivo, sono molti coloro che fanno pronostici per capire quali saranno i brani musicali che avranno maggiore successo e diverranno parte delle più amate hit musicali del momento. Non tutte le canzoni infatti hanno un sound adeguato alla vivacità del periodo estivo oppure un ritmo adatto per i party e gli eventi musicali presenti in ogni regione.

I cantanti e i musicisti italiani sono come sempre in grado di produrre pezzi di qualità e che sicuramente per le loro caratteristiche si fanno facilmente riconoscere nella grande quantità di pezzi celebri su scala nazionale e non. Tra essi alcuni più di altri riescono a spiccare per le loro doti musicali e per la loro grande creatività.

Anche sul panorama internazionale ovviamente sono in tantissimi gli artisti di fama che producono per il periodo estivo dei pezzi in grado di coinvolgere i loro fan e segnare l’ estate di tutti gli ascoltatori. Per questo motivo in questo articolo abbiamo deciso di provare a stilare una semplice e breve lista di alcuni tra i brani che più sembrano promettenti per le classifiche della musica dell’ estate 2017. I brani scelti sono tutti italiani, ma gli artisti che li hanno prodotti sono dotati di abilità tali che riusciranno facilmente a risultare interessanti anche per il pubblico straniero.

 

Le migliori canzoni Estive del 2017

migliori canzoni estive estate 2017

 

Ovviamente non è affatto facile stilare una lista così ridotta di pezzi musicali data la enorme quantità di brani disponibili al momento o che usciranno a breve. Molti pezzi escono anche durante periodi invernali, ma per la loro carica riescono a caratterizzare anche l’ estate. Per questo motivo la scelta è sicuramente molto vasta, ma solo alcuni artisti riescono davvero a lasciare un segno indelebile. Ecco i cinque artisti italiani che più fra tutti, con i loro brani musicali, ci hanno colpito e sicuramente colpiranno anche voi

  • BOCALOCA, Kuda. Si tratta di un brano dalle enormi potenzialità e uscito da poco tempo. Già dal primo ascolto è facile comprendere come questo testo caratterizzerà sicuramente l’ estate di chiunque: dai più giovani ai meno giovani. Kuda riesce, grazie a una esperienza decennale nel campo della musica, a trasmettere il vero ritmo dell’ estate con un testo scritto sia in portoghese che in brasiliano. Questo artista poliedrico, grazie anche alla collaborazione di altri due eminenti musicisti quali Ramilson Maia e Marcelo Mira, dona ai suoi fan un brano dotato di ritmi dinamici, pieni di energia e che riescono a trasmettere al meglio l’ essenza dello stile reggae e del sertaneje. Insieme al bellissimo videoclip che vede i tre artisti suonare on the road tra alcune meravigliose città (Sao Paulo, Tatajuba, Rio de Janeiro etc.), Bocaloca è un successo assicurato e merita più di un ascolto per essere apprezzata completamente.

GUARDA IL VIDEO DEL MOMENTO:

  • TRA LE GRANITE E LE GRANATE, Francesco Gabbani. Ecco un nuovo pezzo del noto cantautore già vincitore del Festival di Sanremo 2017 con il celebre pezzo Occidentali’s Karma, che ha riscosso un enorme successo anche a livello europeo. Il giovani cantante, vincitore anche di Sanremo Giovani 2016 con il brano “Amen”, tenta di nuovo la ribalta con una canzone tutta a tema estate. Grazie ai testi tipici dell’ autore, colmi di energia e studiata filosofia mascherata da parole colme di significato, Tra le Granite e le Granate sarà sicuramente presente nell’ estate di tutti gli italiani. Il dinamismo che Gabbani riesce a trasmettere non è certo cosa da poco e riesce anzi a lasciare un segno che, seppur non sufficientemente apprezzato a livello europeo, certamente non mostra di voler diminuire in Italia.

  • VOLARE, Fabio Rovazzi ft. Gianni Morandi. Un pezzo sicuramente particolare e che la critica potrebbe apprezzare diversamente. Fabio Rovazzi, un giovane che si è improvvisato cantante e rapper con alcuni pezzi molto arguti come “Andiamo a comandare” e “Tutto molto interessante”, prova adesso a realizzare un video-storia interessante con Gianni Morandi e altri personaggi ormai divenuti celebri su Facebook per video ilari e interventi apprezzati dal pubblico. La canzone ha un ritmo interessante e dinamico, che la rende ballabile e gradevole all’ ascolto. La celebrità ottenuta rapidamente dal Rovazzi e la presenza di Gianni Morandi e altri personaggi come Maccio Capatonda permetterà sicuramente a questo pezzo di diventare molto apprezzato dai giovani durante questa estate.

  • LENTO/VELOCE, Tiziano Ferro. Il notissimo cantante ci riprova con un altro brano davvero molto interessante dal titolo altrettanto peculiare. La giustapposizione dei due aggettivi “lento” e “veloce” si rivela una scelta di stile azzeccata con cui Tiziano Ferro riesce infatti a trasmettere il ritmo di questo pezzo. La canzone gode infatti di uno stile particolare con brevi pause studiate nel canto che ben si adattano anche al video musicale. E’ inoltre chiaro il riferimento all’ estate, citata più volte nel ritornello dal celebre cantante, che ha ormai migliaia di fan e una carriera musicale degna di ammirazione e che certamente non accenna a diminuire.

  • PERDO LE PAROLE, RIKI. Si tratta del nuovo brano di Riccardo Marcuzzo, partecipante all’ edizione di questo anno di Amici, la sedicesima edizione, e membro del team di Elisa. Il giovane, grazie alla sua voce da molte fan descritta come angelica e al suo volto fresco e pulito, è riuscito a farsi strada tra i cuori di molti telespettatori. Con il suo pezzo “Perdo le parole”, il ragazzo è riuscito sicuramente a trasmettere la sua vena poetica e il pezzo si assicurerà un posto tra le hit di questa estate nonostante il suo ritmo più dolce e lento di quello delle solite canzoni estive. La magia del testo e la potenza della voce di Marcuzzo riescono infatti a compensare per lo stile più poetico del testo.

Sono questi i brani che abbiamo selezionato fra quelli più promettenti nel panorama italiano che sicuramente saranno in grado di competere anche con quelli di artisti stranieri. Tra questi sicuramente Kuda, con il suo Bocaloca, riuscirà a raggiungere il maggior numero di persone con la sua musica. Questo avverrà ovviamente grazie alla poliedricità del testo, che tocca i cuori del pubblico italiano, per la provenienza dell’ artista, portoghese e brasiliano, per il linguaggio usato e per le abilità degli altri due collaboratori, capaci e di fama mondiale.

Il fenomeno “Noferini”: successo mondiale made in Italy

stefano noferini

Porta in alto la bandiera italiana da anni negli ambienti della House, Techno e Deep House un fiorentino che sbanca in tutte le serate in cui si esibisce, oltre a notevoli collaborazioni coi i più grandi dj del panorama Techno House: stiamo parlando del toscano e fiorentino Stefano Noferini.

Stefano Noferini

stefano noferini

 

Subito ascoltando i suoi Dj set sul suo canale YoutubeStefanoNoferini abbiamo apprezzato la qualità della sua musica, con un sound che ci trascina piacevolmente in un sinuoso beat che ci fa davvero divertire! Piacevolissimo e di grandissimo impatto, proprio grazie al suo inconfondibile stile, Stefano Noferini già in tournee dal 2016 con date da urlo (Brooklyn, Ibiza, San Paolo, Buenos Aires, Guadalajara, Berlino e tantissime altre) ha bissato quest’anno con date dal successo clamoroso: partendo dalla sua patria, il 4 Marzo Stefano ha suonato al “Mandarino Club” di Ginosa Marina per poi iniziare la fase sudamericana del suo tour, il 10 marzo al “Clash Club” di San Paolo e l’11 marzo al “Todai-J” di Tubarao  sempre in Brasile. In Messico prosegue il suo tour: 17 marzo “Bar Americans” di Guadalajara. Il giorno seguente è la volta della capitale del Guatemala, Guatemala City al “Empire Music Festival”. Il 22 marzo, agli albori della primavera, il tour inizierà la sua fase nordamericana, con il grande evento “Deeperfect at Surfcomber” in Florida, Miami e subito dopo la grandissima euforia targata U.S.A. Stefano volerà in Argentina con le date di Santa Fe al “Island Corp” il 23 marzo, il 24 marzo a San Juan suonerà al “Kailasa” e il 25 marzo chiusura della tappa argentina con il “Diamont” di Mar de Plata. Il tour si chiuderà nuovamente in Europa, alla volta di Liverpool, Regno Unito, dove il 31 marzo il dj toscano si esibirà al “Masq Underground”.

Stefano Noferini è riuscito a imporsi nel panorama mondiale della Techno House Music anche grazie ad una sua massiccia partecipazione ad un evento di livello planetario: il radio show CLUB EDITION trasmesso in tutto il mondo da oltre sessanta radio e altrettante web radio, riscuotendo un successo tale da permettergli il raggiungimento della consacrazione a livello internazionale.

Tutte le informazioni sul tour di Stefano Noferini sono disponibili sui suoi profili social, sempre aggiornatissimi, con la pagina Facebook  o il suo account Twitter.

Per seguire Stefano nei suoi fantastici viaggi, approfittate del suo magnifico profilo Instagram dove pubblica foto stupende durante le sue serate e dei luoghi che visita. Inoltre condivide tracce audio e video davvero imperdibili!

Per godere invece dei grandi successi di Stefano Noferini vi segnaliamo come già detto in precedenza, il suo canale Youtube https://www.youtube.com/user/StefanoNoferini dove basterà iscriversi per essere sempre aggiornati sulle novità di Stefano e sui suoi nuovi video.

Per ascoltare la sua musica, c’è il suo canale dedicato su Sound Cloud https://soundcloud.com/stefano-noferini o su Mix Cloud  https://www.mixcloud.com/stefanonoferini/ .

Mentre per i download delle sue tracce, Stefano Noferini è presente anche sulla nota piattaforma dedicata al mondo della House Music Beatport http://classic.beatport.com/artist/stefano-noferini/16027 . Disponibili i suoi brani anche su iTunes.